Le elezioni negli USA: 3 novembre 2020

l 3 novembre 2020 i cittadini degli Stati Uniti si recheranno alle urne per eleggere il prossimo Presidente. Lo stesso giorno voteranno anche per rinnovare la Camera dei Rappresentanti e un terzo del Senato. Si tratta dell’appuntamento elettorale più importante della politica statunitense, che tutto il mondo segue con estrema attenzione. I meccanismi che regolano questa triplice consultazione sono complessi. Per spiegarne le caratteristiche salienti è opportuno partire da qualche brevissimo cenno sulla struttura “federale” degli Stati Uniti. Solo così possiamo comprendere per che cosa si vota esattamente il prossimo 3 novembre.

L’Unione federale e gli Stati: per che cosa si vota il 3 novembre?

Gli Stati Uniti sono una “federazione” di 50 Stati, cui si aggiunge il District of Columbia (Washington), in cui hanno sede le istituzioni federali. Ognuno di questi Stati è dotato di una costituzione, di assemblee rappresentative, di un governo, di leggi, di tribunali e di apparati amministrativi indipendenti, che regolano la gran parte della vita dei loro cittadini. Al di sopra degli Stati, tuttavia, opera l’Unione federale che, entro certi limiti, può condizionare i loro affari interni ma che ha soprattutto competenze esclusive – e cioè sottratte agli Stati stessi – in materia di politica estera e di difesa, di politica commerciale e di politica monetaria. È su queste materie che si esercitano in primo luogo i poteri dell’Unione, la quale ha nel Presidente e nel Congresso, a sua volta diviso in una Camera dei Rappresentanti (che rappresenta la nazione) e in un Senato (che rappresenta gli Stati), le sue istituzioni fondamentali. È appunto per rinnovare queste due istituzioni “federali” – potentissime ma almeno relativamente distanti dalla vita quotidiana delle persone, che scorre prevalentemente all’interno degli Stati – che gli americani sono chiamati al voto il prossimo novembre.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO QUI

zanichelli_aula_logo

Spread the word. Share this post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *